Architettura, design ed urbanismo

Bassins à Flot a nord, Euratlantique a sud: opere faraoniche ridisegnano la città e danno forma alla “Bordeaux 2030”, per trasformare la città in una delle grandi metropoli del XXI secolo.

Leggere l’articolo

LA CITTA’ DELL’URBANISTA

Bordeaux Metropoli conta nel suo patrimonio monumento firmati da grandi architetti e designer: l’Hotel Mama Shelter e la cantina dello Chateau Les Carmes Haut-Brion realizzati da Philippe Starck, l’Hotel Saint James di Jean Nouvel, Lo Stadio Matmut Atlantique di Hertzog & de Meuron, il Tribunale di Grande Istanza di Richard Rogers, il CAPC museo d’Arte Contemporanea di Andrée Putman…

Stade

I GRANDI PROGETTI URBANI

A nord, i Bassins à Flot: 700.000m² di alloggi, Hotel, attività commerciali e di svago – tra le quali un complesso di cinema – che sorgeranno a sole sei stazioni di tram da Quinconces. Tra le grandi opere già in corso: l’Hotel Radisson Blu ed il Museo Mare e Marina.

A sud, Bordeaux Euratlantique: questo grande progetto globale, uno dei più grandi in Francia, si estende su 738 ettari suddivisi su Bordeaux, Bègles e Floirac. Bordeaux Euratlantique prevede uffici, alloggi, spazi pubblici, Hotel ed attività commerciali. Tra le costruzioni già operative: la Halle Boca (che riunisce vari ristoranti, uffici, l’Hotel Hilton Garden Inn ed il foodcourt), la sala spettacoli Arkéa Arena firmata Rudy Ricciotti, la MÉCA che integra il FRAC (vedi approfondimento), e La Cité Numérique (La Città Digitale), costruzione-totem della French Tech a Bordeaux. Il progetto comprende l’implementazione del ponte Simone Veil, che congiungerà dal 2022 il quartiere Saint-Jean Belcier a Floirac.