Sulle strade del vino Bordeaux

A Bordeaux non c’è una ma cinque strade del vino! Con le sue 60 denominazioni d’origine controllata, la Gironde è il più grande dipartimento viticolo di Francia ed i suoi cru fanno sognare gli appassionati del mondo intero.

Leggere l’articolo

Alloggi, ristoranti, enoteche, aziende vinicole, siti per il tempo libero etichettati Vignobles e Découvertes® costituiscono le Strade del vino di Bordeaux.

Vigneti a portata di città! La città di Bordeaux conta più di 20 proprietà vinicole.

Sulla riva sinistra, verso la culla dei vigneti bordolesi ed i suoi Pessac-Léognan, Graves, Sauternes, Barsac… Irrinunciabile: le Terme di Vinoterapia delle fonti di Caudalie a Martillac. Nel Medoc, la D2 girondina, soprannominata la Strada dei Châteaux, porta ai grandi marchi di Bordeaux: Margaux, Pauillac, Saint-Julien, Saint-Estèphe… Da non perdere: lo Château Marquis d’Alesme e la sua degustazione “La Parenthèse enchantée”.

Di fronte, sulla riva destra dell’estuario, campo libero alle Aziende familiari dei Côtes de Blaye e de Bourg. Veduta impareggiabile sull’estuario, sulle chiese romane sul sito archeologico gallo-romano e sui piccoli porti nostalgici! Da scoprire: il wine bar di Côtes de Bourg con vista mozzafiato sulla Dordogna, punto di riferimento per i turisti amanti del vino e viaggiatori in crociera.Sulla riva destra della Dordogna, Saint-Emilion, soprannominata la collina dai 1.000 châteaux, è famosa per il suo borgo medievale ed il suo vigneto iscritto al patrimonio Mondiale dell’UNESCO. Da testare: l’atelier di assemblaggio offerto ogni domenica allo Château Cormeil-Figeac.

L’Entre-deux-mers, la « Toscana bordolese » produce una moltitudine di vini, rossi, rosati, chiaretti ed una grande varietà di vini bianchi. Da visitare subito: lo Château Reignac è stato incoronato “International Best Of Wine Tourism 2018”.