Turismo díaffari, la metropoli prepara il suo futuro

Apertura di un nuovo spazio congressi ed esposizioni, inaugurazione della MÉCA (Maison de l’économie créative et de la culture – Casa dell’Economia Creativa e della Cultura), progetto “Euratlantique”, rifacimento dei Bassins à flot (Porto turistico), sviluppo dell’offerta alberghiera, ecc. Nel 2020, Bordeaux avrà terminato la propria mutazione con un’offerta moderna ed ampliata con infrastrutture dedicate al turismo d’affari.

Leggere l’articolo

In centro, l’offerta si declina in tre luoghi: la Cité Mondiale con un anfiteatro di 300 posti, Il Palais de la Bourse per ricevimenti prestigiosi ed i 5.400 m2 dell’Hangar 14, per i saloni ed i lanci di prodotti.

Sul sito di Bordeaux Lac, accessibile in tram dalla Stazione ferroviaria Saint Jean e dal centro in 30 minuti (linea C) il Palazzo dei Congressi offre una capacità di 1.850 posti ripartiti in 3 anfiteatri, immersi nel verde. A meno di 5 minuti, 1.400 camere, 15 ristoranti ed 1 Casinò.

A Mérignac, vicino all’aeroporto: Il Pin Galant: un auditorium da 1.410 posti, una Hall, un Foyer ed un padiglione di 1.300m², completamente modulabile e senza pilastri.

Il Parco delle Esposizioni è uno dei principali equipaggiamenti dell’offerta di Bordeaux. Una nuova hall sarà inaugurata nel primo semestre del 2019 arricchendone la capacità globale, già provvista di una Hall 1 con una superficie di 50.400 m², della Hall 3 (12.000 m²) e della Hall 4 (7.500 m²). Comprende inoltre una hall d’accoglienza di 1.000 m², 12 sale modulabili da 100 a 400 posti, ed una Hall principale, anch’essa modulabile.

L’offerta bordolese di fascia alta non smette di svilupparsi. Dopo l’apertura nel 2018 del Radisson Blu, dell’Hilton Garden Inn e del Golden Tulip, i progetti di nuovi Hotels a 4 e 5 stelle continuano, ad esempio con un 5 stelle completo di un ristorante gastronomico nel quartiere Saint Seurin nel 2018, e due Hotel vicino alla Cité du Vin nel 2020. Si considerano progetti per i quartieri dei Chartrons (Gruppo Pichet, design di Philippe Starck) e Victoire (Gruppo Angélys).